La rottura della bandiera toro fissa un obiettivo di 55.000 dollari per il prezzo del Bitcoin

  • 4. März 2021 at 13:48

I tori del Bitcoin stanno cercando di eliminare un livello chiave di resistenza superiore per creare un percorso verso i 55.000 dollari.

Il prezzo del Bitcoin (BTC) ha tagliato il livello di resistenza di $50.000 durante le prime ore di trading del 3 marzo, quando i tori hanno trovato il loro slancio e la maggior parte delle altcoin si è unita al rally nel corso della giornata.

I dati di Cointelegraph Markets e TradingView mostrano che il prezzo del Bitcoin era scambiato a 48.500 dollari nelle prime ore del 3 marzo prima di salire dell’8,6% ad un massimo intraday di 52.631 dollari. Attualmente, il prezzo del BTC è scambiato leggermente al di sotto dei 51.000 dollari, e mentre 50.000 dollari possono essere diventati un supporto morbido, una chiusura giornaliera sopra il 23,6% di ritracciamento Fibonacci (52.000 dollari) è necessaria per confermare che un’inversione rialzista ha avuto luogo.

L’analisi on-chain di CryptoQuant indica che le balene del Bitcoin Storm hanno comprato costantemente i buchi sotto i 50.000 dollari e secondo il CEO di CryptoQuant Ki Young Ju, l’acquisto istituzionale sta avvenendo al supporto di 48.000 dollari, come si vede dalla linea arancione evidenziata sul grafico sopra.

L’adozione mainstream di Bitcoin continua ad avvenire in Canada, dato che Ninepoint Partners ha annunciato che prevede di cambiare la sua offerta fiduciaria di Bitcoin in un fondo scambiato in borsa a Toronto, nel tentativo di aumentare la liquidità di trading e fornire un miglior prezzo di scambio.

L’aumento dei rendimenti mette sotto pressione i mercati tradizionali

L’impennata del Bitcoin sopra i 50.000 dollari e la crescente integrazione nei mercati finanziari tradizionali ha spinto alcuni analisti a speculare su quando si verificherà un nuovo massimo storico. Per il momento, i fattori macroeconomici ribassisti stanno pesando sui mercati globali e questo potrebbe smorzare la crescita nel breve termine.

L’S&P 500, il Dow e il NASDAQ hanno affrontato la pressione di vendita per tutta la giornata di trading e hanno chiuso in calo dell’1,31%, dello 0,39% e del 2,7% dopo che un picco nel rendimento del Tesoro americano a 10 anni ha rinnovato le preoccupazioni sulla salute degli Stati Uniti e dei mercati globali.

Secondo Chad Steinglass, Head of Trading di CrossTower, l’azione del mercato di mercoledì è una „rivisitazione del selloff basato sui tassi“ del 25 febbraio, con le azioni tecnologiche e i fondi ARK che affrontano una maggiore pressione.

Steinglass ha detto che i venti contrari affrontati dal BTC all’apertura del mercato statunitense sono il risultato di „essere trascinato verso il basso dal GBTC mentre lo sconto GBTC è tornato a circa il 4,5%“. Nonostante queste sfide, Steinglass vede i recenti commenti favorevoli al Bitcoin da parte di Citigroup e Fidelity come un forte sostegno alla narrativa di una crescente adozione istituzionale.

Steinglass ha detto:

Il fatto che Bitcoin continui a mostrare forza anche con GBTC che agisce come una banda di resistenza che lo trattiene è molto incoraggiante e mi mostra che la storia complessiva, quella dell’accelerazione dell’adozione, è ancora intatta“.

Le piccole e grandi capitali altcoin si muovono più in alto

Il pop di Bitcoin sopra i 50.000 dollari ha anche contribuito ad accendere un rally nelle altcoin, dato che la maggior parte delle 100 monete principali si sono mosse più in alto mercoledì.

Ether (ETH) ha guadagnato l’8% per fissare un massimo intraday a 1.610 dollari, mentre Cosmos (ATOM) ha guadagnato il 15,7% per un massimo giornaliero a 21,18 dollari.

Enjin Coin (ENJ) è stata la breakout star della giornata, con un’impennata di oltre il 50% per raggiungere un nuovo massimo storico a 1,32 dollari. Il forte rally a due cifre sembra essere il risultato della crescente popolarità degli NFT e della transizione di Enjin nel crescente mercato degli NFT.

Il market cap complessivo delle criptovalute ora è di 1,55 trilioni di dollari e il tasso di predominio del Bitcoin è del 61%.